15
Dic-2016

Zurigo val bene un anniversario

Zurigo 1

“Per il nostro anniversario di nozze pensiamo di andare a Zurigo”. “Ah”. […] “Zurigo? Perché Zurigo? Cosa c’è di così interessante a Zurigo”?

Anche questa volta prima di partire per Zurigo (siamo qui in effetti per festeggiare il nostro anniversario, ma con peste al seguito) ci siamo sentiti rivolgere le solite domande, le stesse che abbiamo ascoltato ogni volta che negli ultimi 10 anni ci siamo presi qualche giorno per tornare qui, anziché scoprire Stoccolma o qualche altra destinazione simile.

Se poi rispondo che “Zurigo è la nostra città del cuore” allora ecco che negli occhi della persona con cui sto parlando si dipinge uno sguardo quasi compassionevole, che mi fa capire che è opportuno portare il discorso su altri argomenti.

Eppure è cosí: Zurigo è un posto speciale per Serena, che la frequenta da quando era bambina, e Zurigo sembrava così al centro del mondo quando Torino era ancora Fiat e periferia dell’impero. Speciale lo è diventata per me dopo un primo momento di perplessità (“Zurigo? Cosa andiamo a fare a Zurigo”?) e il primo contatto con un bratwürst come dio comanda (e sì, si può mangiare anche bene, se sai cosa cercare).

Zurigo 2

Quindi siamo qui, a distanza di 2 anni dall’ultima volta, a fiutare l’aria per essere sicuri che i ricordi stiano ancora tutti al loro posto e scoprire – allo stesso tempo – quali sorprese ci ha riservato la città.

Zurigo è piccola (poco più di 300mila abitanti) ma vanta un paio di record non da poco. Da alcuni anni, infatti, si piazza costantemente ai primi posti tra le città al mondo che offrono la miglior qualità della vita e (anche) tra quelle dove vivere costa decisamente tanto. Ce ne ricordiamo quando prenotiamo l’albergo, il Leonardo Boutique Hotel, caro rispetto agli standard italiani (quasi economico per Zurigo) ma confortevole e a 4 fermate di tram dalla stazione centrale. A proposito, a Zurigo ci sono moltissimi tram, anche a 2 o 3 vagoni, per la maggior parte silenziosi ed efficienti. E siccome a volte i luoghi comuni ci prendono, i trasporti pubblici sono di una puntualità svizzera, nel senso che tendenzialmente spaccano il minuto. Una corsa singola costa – udite udite – più di 4 franchi (circa 4 euro), quindi se ci si ferma qualche giorno diventano convenienti i biglietti 24h che costano poco meno di 9 franchi o la Zurich Card, più costosa ma che comprende anche l’ingresso a molti musei. Impossibile non trovare i biglietti: ad ogni fermata, anche la più sperduta, c’è una macchinetta che accetta contanti e carte, anche in modalità contactless. In più con un’app dedicata (per fortuna anche in inglese) si può acquistare il biglietto e progettare facilmente il proprio itinerario.

Se cercate monumenti eclatanti, la top ten dei luoghi celeberrimi da fotografare e mettere in carniere, forse Zurigo non fa per voi. Con le dovute eccezioni (tra cui un paio di musei imperdibili), il bello di Zurigo è Zurigo, con i bow window del centro storico, le passeggiate lungo il lago, il lusso di Banhofstrasse e i riti degli zurighesi. Ancora più bello – forse – è respirare il ritmo di una città opulenta ma rilassata, dove il vero lusso è quello di poter condurre una vita a misura d’uomo.

img_2029

La maggior parte delle cose da vedere si trova in un raggio di pochi chilometri, e tutto è raggiungibile in meno di 20 minuti dall’imponente Hauptbanhof, la stazione centrale, che è il punto d’arrivo in città se arrivate con il treno (cosa altamente consigliata, visto che gli Eurocity da Milano sono abbastanza frequenti e i costi possono essere molto bassi se si prenota con un po’ di anticipo). A proposito, all’atto della prenotazione fate un confronto tra il sito di Trenitalia e quello delle ferrovie svizzere. I treni sono gli stessi, ma ci possono essere differenze, anche notevoli, nei prezzi.

Una guida eccezionale per programmare un soggiorno a Zurigo, anche solo di poche ore, è il portale dell’ente turismo. Molto ricco e totalmente in italiano, tra le altre cose è dotato di un planner con il quale, una volta selezionati i propri preferiti, cioè quello che volete vedere della città, è possibile costruire una o più giornate secondo i propri desideri.

Zurigo 3

Dicembre a Zurigo è un periodo di alta stagione nonostante il freddo e le giornate corte, soprattutto grazie ai mercatini di Natale per cui gli zurighesi vanno giustamente fieri. Noi non siamo esattamente quel tipo di turisti, e non ci saremmo mai sognati di partire con queste intenzioni, ma nemmeno il cuore più indurito può resistere alla tentazione di infilarsi in uno di questi concentrati di spirito natalizio. I mercatini più noti in città sono quello al coperto dentro la Hauptbanhof, il Wienachtsdorf sulla Sechseläutenplatz davanti al Teatro dell’Opera, nella zona di Bellevue, quello nelle vie del quartiere storico di Niederdorf e quello di Werdmhüleplatz, a pochi passi dalla Banhofstrasse, dove c’è anche il celebre Singing Christmas Tree, una specie di palco su più livelli, fatto a forma di albero di Natale, dove a diverse ore della giornata si alternano concerti natalizi (molto suggestivo, ma attenzione alla ressa soprattutto nei weekend).

Zurigo 4

Che dire? Qui con i mercatini di natale ci sanno fare davvero, e tutto è curato nei minimi dettagli. Le casette (rosse o color legno) sono molto ben fatte, e anche la qualità delle merci in vendita è elevata, tanto che anche alcuni marchi celebri del design zurighese, come Freitag (quello delle borse fatte con i teli dei camion) hanno aperto qui i loro temporale store natalizi. Se non è lo shopping che cercate potete sempre ripiegare sul cibo: raclette e fondue come se piovesse formaggio, würstel e salsicce di ogni forma e dimensione, bretzel, ma anche krapfen caldi, kaiserschmaren (un dolce austriaco), caldarroste e altri dolci-che-fanno-ingrassare-solo-a-scriverne, il tutto annaffiato dall’onnipresente glühwein, che poi sarebbe il nostro vin brûlé.

img_2085

Molto, molto natalizio.

Troppo?

Allora leggete il prossimo post.

 

Paolo

0

 "Mi piace" / 0 Commenti
Condividi questo articolo:

Commenta

Archivio

> <
Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec
Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec
Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec